Sapone Nero di Hammam

sapone nero hammam

Sapone nero hammam

Il Sapone Nero di Hammam ha origine marocchina, una lunga tradizione che nasce dalla cura e l’igiene della persona. È un prodotto completamente vegetale a base di olio di oliva.

Il sapone nero ha una texture cremosa e si presenta alla vista con colori scuri e riflessi dorati.

Sapone nero di Hammam – Impiego

Utilizzato da secoli nei trattamenti Hammam orientali, il sapone nero è il prodotto per eccellenza per quanto riguarda le sue caratteristiche cosmetiche rigeneranti e la sua azione esfoliante.

Interamente ricavato dall’olio di oliva e grazie al suo elevato contenuto di vitamina A, vitamina E e acidi grassi, purifica in profondità la pelle, liberandola da tossine e cellule morte favorendone così la rigenerazione. La circolazione capillare e linfatica si riattiverà rendendo la pelle depurata, morbida e idratata.

Il sapone di Hammam è tollerato da tutti i tipi di pelle, anche da quelle particolarmente sensibili proprio per le sue proprietà nutrienti e idratanti.

ACQUISTA ORA SAPONE DI HAMMAM

La linea di prodotti di sapone nero di Hammam è così composta:

  • Sapone Hammam confezione da 400 gr: insaponare la pelle umida dopo una doccia calda e lasciar agire la schiuma del sapone nero per circa cinque minuti, infine risciacquare;
  • Sapone di Hammam confezione da 200 gr: ideale anche per la pulizia del viso, applicare il sapone nero distribuendolo con la punta delle dita e massaggiando delicatamente. Risciacquare facendo attenzione oculare che potrebbe facilmente irritarsi;
  • Guanto esfoliante Hammam: massaggiando il corpo con movimenti circolari si otterrà un’azione esfoliante che purificherà la pelle liberandola dalle impurità e dalle cellule morte;
  • Kit sapone di Hammam e guanto: abbinamento ideale per ottenere il massimo risultato. Il sapone nero usato sotto la doccia insieme al guanto esfoliante, crea un effetto “gommage” in grado di lasciare la pelle pulita, morbida, liscia e luminosa.

 

 

 

0 commenti

Lascia un commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *