Articoli

, ,

Assenzio, proprietà e ricetta del Liquore

Il nome Assenzio deriva sia dal termine greco apsìnthion che da quello latino absinthium, che può essere tradotto come “pianta senza diletto”, a causa del sapore amaro proprio della pianta in ogni sua parte. Il nome botanico è Artemisia Absinthium L. Anche questa pianta, come molte altre, era già nota nell'antichità e veniva somministrata come tonico e digestivo. E' anche noto che l'Assenzio viene ricordato per le sue proprietà euforizzanti in numerose opere, tra cui l’Amleto di Shakespeare, un dipinto di Manet e nelle poesie dei "poeti maledetti”.