Accedi

Carrello

Home » Il Blog di Salute in Erba » Cure naturali » Il fluoro è veramente amico dei denti?

Il fluoro è veramente amico dei denti?

1 Novembre 2010


Chi si interessa di medicina alternativa da qualche anno conosce già tutti i libri e gli articoli che sono stati pubblicati sui pericoli ed i danni del contenuto nei dentifrici piuttosto che nelle pastiglie pediatriche. Ma ci siamo resi conto qualche giorno fa, dopo un articolo pubblicato in rete che è rimbalzato anche sui social media, che molte persone non sono ancora informate di come il fluoro, un elemento chimico tossico di scarto dell’industria bellica della seconda guerra mondiale, sia stato trasformato nell’amico che protegge dalla carie o che rinforza la crescita dei dentini da latte.
Oltre a guardare il video, vi lascio anche un libro per approfondire che si intitola “I pericoli del fluoro” dove sono pubblicate tesi scientifiche di correlazione fra l’abuso di fluoro e malattie come la fluorosi, la sindrome di Down, fragilità ossea e tumori.
Fino agli inizi degli anni 2000 era difficile trovare dentifrici senza fluoro anche in erboristeria ma negli ultimi anni, fortunatamente, molte aziende hanno cominciato a produrli ma attenzione!!!
Non fate l’errore di immaginare che sia solo nei dentifrici, ecco alcune possibili fonti:

    • chewingum
    • medicinali
    • fertilizzanti
    • bevande gassate (coca cola – pepsi etc…)
    • te in bottiglia o lattina
    • gatorade
    • bastoncini di pesce (meccanicamente disossati)
    • bastoncini di pollo (meccanicamente disossati)
  • alcuni vini
  • alcune birre
  • cibi cucinati in contenitori col fondo in teflon
  • alcuni sali da cucina fluorati
  • alcuni tipi di anestetici (Enflurane, Isoflurane & Sevoflurane)
  • sigarette

(da Fluoro? No grazie!)
E comunque sul nostro Shop, solo dentifrici SENZA FLUORO

Salute in Erba ti consiglia..

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.