Accedi

Carrello

Home » Il Blog di Salute in Erba » Tutti gli articoli » Oli essenziali naturali: tantissimi usi e proprietà da conoscere

Oli essenziali naturali: tantissimi usi e proprietà da conoscere

19 Novembre 2020
Oli essenziali, le proprietà e gli usi

Indice dei contenuti:

Gli oli essenziali naturali

Le piante al loro interno contengono gli oli essenziali naturali, composti chimici concentrati molto potenti. In natura le loro funzioni sono numerose: proteggono la pianta da condizioni ambientali sfavorevoli, le regalano il tipico profumo e in alcuni casi ne favoriscono addirittura l’impollinazione.

La parte dalla quale si ottiene l’olio è solitamente la più aromatica. L’olio essenziale di Manuka, ad esempio, uno dei più profumati e pregiati sul mercato, proviene dalle foglie dell’arbusto autoctono della Nuova Zelanda, mentre l’olio di limone o di arancio sono estratti dalla buccia. I composti ottenuti per estrazione sono quindi rimedi vegetali concentrati, profumati e volatili. La loro derivazione esclusivamente naturale non deve trarre in inganno. Questi prodotti sono infatti potenti e devono essere utilizzati nella maniera più corretta: gli studiosi ritengono che, in media, l’olio essenziale sia fino a 80 volte più potente rispetto alle erbe essiccate.

Oli essenziali: quando sono bio?

Gli oli essenziali biologici sono una garanzia per il consumatore in termini di qualità e purezza del prodotto. Per essere biologico l’olio deve essere estratto da piante che derivano da agricoltura biologica quindi coltivate secondo il disciplinare che regola questo settore. La certificazione invece, rilasciata dalle autorità preposte, attesta che tutto il percorso produttivo si è svolto secondo le regole stabilite dalla Comunità Europea e dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.

Quali sono le proprietà degli oli essenziali?

Ci sono molte ragioni per cui gli oli essenziali non dovrebbero mai mancare nell’armadietto dei rimedi naturali. La prima e la più importante è che ciascuno di essi è dotato di molte proprietà e di pochi effetti collaterali.

  • Proprietà antivirali
  • Proprietà antibatteriche
  • Proprietà disinfettanti
  • Proprietà rilassanti
  • Proprietà drenanti
  • Proprietà antinfiammatorie

Esistono all’incirca 90 oli essenziali e ciascuno di essi svolge delle importanti azioni benefiche non solo per la salute dell’uomo ma anche per l’igiene dell’ambiente nel quale vive. Da soli o in combinazione, sono dotati di principi attivi specifici che li rendono efficaci e sicuri.

Ma quali sono esattamente le proprietà di cui godono?

Oli essenziali antivirali

I virus sono microrganismi infettivi che attaccano le cellule di un essere vivente, provocando una serie di malattie più o meno gravi. Si diffondono in fretta nell’organismo: il virus penetra nelle cellule e si moltiplica velocemente sfruttando i meccanismi della riproduzione cellulare.

Gli oli essenziali antivirali sono oli i cui principi attivi specifici attaccano direttamente l’agente patogeno e ne rallentano la proliferazione. Ottimo rinforzo per le malattie tipiche della stagione invernale quali bronchiti, raffreddori e otiti, svolgono anche un’importante azione purificante e antinfiammatoria.

Tra i principali oli essenziali antivirali, uno dei più importanti è il Tea Tree Oil 100% Biologico Puro. Utilizzato sin dall’antichità per le sue proprietà antifungine, antivirali e antibatteriche, deve la sua straordinaria efficacia alla presenza dell’α-terpineolo, un alcol naturale monoterpenico. Aggiunto ai rimedi farmaceutici classici, accelera la guarigione e aiuta a rinforzare il sistema immunitario. Puro o diluito, il Tea Tree Oil può essere utilizzato anche per igienizzare l’ambiente domestico.

L’olio essenziale di Timo Bianco, grazie all’alto contenuto in monoterpenoli, stimola l’attività delle citochine collegate direttamente con il nostro sistema immunitario. Ottimo decongestionante per le prime vie respiratorie, offre un valido aiuto anche nella gestione dell’ansia e della preoccupazione che spesso accompagnano i vari malesseri.

Infine, l’olio essenziale di Issopo è estratto da un fiore color malva che ci regala un rimedio le cui proprietà sono adatte a curare influenza, bronchiti e varie affezioni otorinolaringoiatriche. Massaggiato sulla pelle, in associazione con un olio vettore come quello di Jojoba, aiuta ad alleviare i dolori muscolari tipici delle sindromi influenzali.

Oli essenziali antibatterici

Gli oli essenziali antibatterici difendono l’organismo umano dall’attacco dei batteri, impedendone la diffusione e la riproduzione cellulare. Tale proprietà è stata oggetto di numerosi studi da parte dei ricercatori che sono riusciti a dimostrare come alcuni microrganismi patogeni siano particolarmente sensibili ai principi attivi di alcuni oli essenziali.

Il modus operandi di questi prodotti è duplice. Se da una parte svolgono un’azione batteriostatica quindi limitano lo sviluppo e la moltiplicazione dei batteri, dall’altra sono dotati di una potente attività battericida. Questo vuol dire che il principio attivo dell’olio penetra nella membrana del microrganismo e ne impedisce il metabolismo cellulare. In questo modo al batterio viene impedita, tra le altre cose, la respirazione, portandolo inevitabilmente alla morte.

L’olio essenziale di Origano di Salute in Erba è uno dei più potenti ed efficaci antibatterici offerti dalla natura. I principi attivi, ricavati dalle foglie e dal fuscello, combattono batteri, funghi e parassiti. Il carvacrolo, la sostanza che conferisce all’olio il suo odore caratteristico, è il principale responsabile della sua azione antimicrobica. Potente agente antisettico indicato anche per gli animali, ha dimostrato la sua efficacia nei confronti dei batteri Gram-positivi e di batteri Gram-negativi.

L’olio di Alloro e l’olio di Cannella, utilizzati da soli o in sinergia con altri prodotti, svolgono un’efficace azione antibatterica. Una serie di ricerche scientifiche hanno dimostrato che l’olio essenziale di Cannella è in grado di uccidere batteri come l’Escherichia coli, il Klebsiella pneumoniae e lo Staphylococcus aureus, responsabili di molte patologie come polmonite e gastroenteriti.

L’olio essenziale estratto dalle foglie di Alloro, grazie alla peculiare composizione chimica, combatte l’infezione batterica, svolgendo anche un’importante azione decongestionante e protettiva delle prime vie aeree. Una piccola curiosità: questo olio essenziale è uno degli ingredienti principali del Sapone di Aleppo. Prodotto anticamente in Siria, questo detergente è dotato, in base alla concentrazione dell’olio di alloro, di una spiccata attività antinfiammatoria e antibatterica che lo rende ideale per le piccole infezioni a carico della pelle.

Oli essenziali disinfettanti

Gli oli essenziali disinfettanti si prendono cura del sistema immunitario e dell’ambiente in cui viviamo tanto da essere considerati delle vere e proprie cure preventive.

L’olio di Limone di Salute in Erba è antisettico e disinfettante. Ricavato dalla buccia dell’agrume, ha un profumo intenso e rinvigorente. La sua azione antimicrobica lo rende un ottimo ingrediente per uno spray disinfettante per le mani fai da te: basta unire 5 gocce di olio di Limone, 5 di Tea Tree Oil, 5 di olio essenziale di Arancio Amaro e 5 cucchiai di vodka. Questo cocktail, inserito all’interno di un piccolo flacone di vetro scuro, disinfetta e pulisce le mani in assenza di acqua e sapone.

In associazione con l’olio di Menta può essere utilizzato anche per sanificare l’ambiente in cui si vive. Basta diluirli in acqua tiepida, spruzzarli nelle zone più a rischio della casa come il bagno o la cucina, per disinfettare la casa e l’ufficio del tutto naturale.

Oli essenziali rilassanti: l’aromaterapia

Il termine aromaterapia è stato utilizzato per la prima volta dal profumiere René-Maurice Gattefossé. In seguito a un incidente nel suo laboratorio, mise per puro caso la mano in un contenitore di olio essenziale di Lavanda. L’effetto calmante e lenitivo fu immediato!

Per molti decenni l’aromaterapia è stata considerata simile alla fitoterapia ma la differenza tra le due è profonda e sostanziale. Se la prima utilizza infatti le piante per creare integratori alimentari, tisane e creme, l’aromaterapia sfrutta il potere terapeutico degli oli essenziali.

Questa branca della medicina alternativa è diventata molto famosa negli ultimi anni, complice il desiderio di ritrovare una dimensione sempre più lontana, per quanto possibile, dai rimedi allopatici.

Oli essenziali rilassanti

Ansia, disturbi del sonno e della memoria, difficoltà di concentrazione, un generale senso di affaticamento e un latente pessimismo: questi sono una piccola parte dei sintomi provocati dallo stress, sintomi che a lungo andare possono anche indebolire il sistema immunitario.

Gli oli essenziali rilassanti aiutano a gestire meglio i sintomi, le sensazioni e le emozioni legate allo stress. I principi attivi contenuti in alcuni di essi agiscono direttamente sul sistema nervoso centrale, aumentando la sensazione di benessere e serenità. Utilizzati al bisogno, rilassano, leniscono, regolano la frequenza respiratoria e possono indurre anche una piacevole e benefica sonnolenza.

L’olio essenziale di Lavanda è consigliato per alleviare lo stress e gli stati d’ansia. Uno studio pubblicato nel 2007 ha dimostrato come l’esposizione olfattiva a questo prodotto sviluppi effetti paragonabili al diazepam, un farmaco ansiolitico che appartiene alla famiglia delle benzodiazepine. Efficace calmante, può essere spruzzato sul cuscino per conciliare un sonno ristoratore oppure massaggiato sulla pelle previa diluizione con un olio vegetale.

L’olio essenziale di Ylang Ylang è un ottimo tranquillante, in grado di alleviare la tachicardia e l’ansia. I suoi principi attivi calmano infatti le palpitazioni tipiche degli stati emotivi ansiosi, aiutano a rallentare il respiro e abbassano lentamente la pressione sanguigna. Utile anche in caso di depressione nervosa, può essere diluito in un olio vegetale e applicato sui polsi e dietro le orecchie per un pronto sollievo oppure utilizzato per un bagno rilassante e tonificante.

L’olio essenziale di Petit Grain (Citrus aurantium) combatte efficacemente l’insonnia, gli stati depressivi leggeri e l’ansia. Privo di effetti collaterali, può essere inalato su un fazzoletto in ragione di 5 o 6 gocce e oppure utilizzato per un pediluvio o un bagno rilassante a fine giornata.

Oli essenziali drenanti

Gli oli essenziali drenanti possono aiutare a combattere la cellulite e a eliminare il fastidioso effetto della pelle a buccia d’arancia. Utilizzati nel massaggio quotidiano drenano i tessuti, eliminando i liquidi e i cuscinetti adiposi. Bisogna però ricordare alcuni semplici regole. Gli oli non vanno mai applicati puri sulla pelle ma sempre diluiti e miscelati con un olio vettore. Inoltre sono rimedi fotosensibilizzanti quindi non devono essere utilizzati prima dell’esposizione al sole.

Esistono molti oli essenziali naturali drenanti. Tra i più efficaci ricordiamo l’olio di Pompelmo, indicato per rassodare e tonificare i tessuti. Utilizzato da solo o in sinergia con l’olio essenziale di Mandarino, aiuta la naturale eliminazione dei tessuti adiposi e della ritenzione idrica. L’olio di Ginepro è un olio che possiamo definire “multitasking” perché capace di agire su più livelli. Stimola la diuresi, drena i tessuti, favorisce l’eliminazione dell’acqua in eccesso attraverso le vie urinarie e biliari.

Oli essenziali antinfiammatori

Gli oli essenziali antinfiammatori alleviano, calmano il dolore e agiscono sulle cause che hanno determinato la comparsa dell’infiammazione stessa. Utilizzati per via olfattiva, in un bagno caldo o durante il massaggio, svolgono un’importante e veloce azione analgesica. Tra i rimedi d’elezione, uno dei più pratici ed efficaci è senza dubbio l’olio essenziale di Chiodi di Garofano che non solo disinfiamma la parte dolente ma diminuisce la percezione stessa del dolore.

L’olio di Salvia Sclarea e l’olio essenziale di Eucalipto, entrambi in vendita su Salute in Erba, alleviano gli indolenzimenti muscolari, il mal di testa, i dolori mestruali, sviluppando un effetto per alcuni versi simile a quello dei farmaci antinfiammatori steroidei (FANS).

Come si usano gli oli essenziali?

In linea di massima gli oli essenziali si utilizzano in 3 modi diversi:

  • Uso interno

Ci sono alcuni oli essenziali adatti all’uso interno. In questo caso però è sconsigliabile il fai da te in quanto l’assunzione deve avvenire su indicazione dello specialista e sotto stretto controllo medico.

  • Uso esterno

Si utilizzano per massaggi, bagni, pediluvi. Ricordiamo infatti che questi prodotti sono indicati anche nella cosmesi fai da te. Possono essere anche inalati a secco (su un fazzoletto) oppure diluiti in acqua calda per i suffumigi.

  • Per diffusione

Gli oli essenziali naturali possono essere utilizzati con i diffusori di aromi (meglio se a ultrasuoni).

Oli essenziali per diffusori

Potenti e silenziosi, i diffusori elettrici o portatili sono ideali per diffondere nell’ambiente gli oli essenziali naturali. La diffusione a freddo non altera la natura del prodotto e permette di godere per inalazione di tutti i benefici tipici del rimedio scelto.

Nei periodi freddi, quando le infezioni respiratorie sono in agguato, è consigliabile sfruttare la sinergia degli oli combinati tra loro. Una soluzione molto semplice è rappresentata dall’Olio 99 Krauterol di Salute in Erba, composto da 99 oli essenziali ricavati da piante, bacche, radici secondo un’antica formula tedesca. Respiro è una miscela di oli essenziali purissimi appositamente formulata per essere utilizzata con i diffusori a ultrasuoni mentre l’esclusivo Olio del Faraone, la cui ricetta è tramandata sin dall’epoca egizia, profuma l’ambiente e favorisce la respirazione.

Oli essenziali alimentari

Esistono oli tra i quali quello di Basilico, Rosmarino, Limone e Ginepro, particolarmente apprezzati in cucina. Veri e propri concentrati di aromi e benefici, regalano un tocco unico a qualsiasi ricetta a patto che vengano utilizzati con parsimonia. Prima di acquistarli è necessario controllare che siano ad uso alimentare e che derivino possibilmente da coltivazioni bio.

Oli essenziali per corpo e capelli

Gli oli essenziali si prendono cura in modo naturale dei nostri capelli. I principi attivi di questi prodotti si legano ai componenti del sebo del cuoio capelluto e penetrano all’interno del follicolo, regalando numerosi benefici. Tra gli oli più interessanti troviamo l’olio essenziale di Rosmarino. Diluito nello shampoo abituale o in un olio vegetale stimola la crescita, rinforza i capelli e previene le doppie punte.

Gli oli essenziali sono lipofili ovvero si sciolgono bene in sostanze oleose grasse. Questa caratteristica li rende un rimedio ideale per tonificare, profumare e idratare la pelle del corpo in combinazione con i prodotti abituali. L’olio essenziale di Patchouli è indicato per stimolare la circolazione con un massaggio delicato, per eliminare la secchezza cutanea e per regalare un profumo intenso e vibrate. L’olio essenziale di Cedro, utilizzato la mattina, regala un effetto rivitalizzante, perfetto per iniziare una lunga giornata lavorativa.

In conclusione, gli oli essenziali naturali sono rimedi efficaci e sicuri. Utilizzati con attenzione, rappresentano degli alleati infallibili per combattere i piccoli disturbi che possono turbare il benessere della vita quotidiana.

Fonti:

Efficacia oli essenziali contro lo Staphylococcus Aureus
Attività antibatterica dell’olio di cannella
PubMed: Studio su Olio essenziale di Lavanda e diazepam

Salute in Erba ti consiglia..

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.